Categorie
Casa

Come avere una casa accogliente e rilassante

Dopo una giornata lunga e stressante, non c’è niente di meglio che tornare a casa e rilassarsi. Girate le chiavi nella toppa, e finalmente siete nella vostra piccola oasi di pace. Tra poco potrete infilarvi il pigiama e buttarvi sul divano. Accendete la luce e vi guardate intorno: vestiti sparsi in giro, odore di chiuso, cartoni della pizza sotto il televisore… vi viene quasi voglia di tornarvene fuori.

Metti in ordine ed elimina il superfluo

Tenere in ordine la casa, soprattutto quando si ha una vita molto attiva, è una delle prime incombenze a finire in secondo piano. Anche se non avete il tempo di lucidare i pavimenti e di spolverare le mensole più in alto, non significa che dobbiate vivere nel caos.

Le stanze destinate al relax, come il soggiorno e la camera da letto, non andrebbero mai trascurate completamente. I piccoli gesti, come rifare il letto, mettere via la biancheria sporca e pulire il pavimento, aiutano a rendere la casa accogliente e più piacevole da abitare.

L’arte del Feng Shui sostiene che alla base di un’abitazione armoniosa ci siano arredamenti consapevoli e spazi ordinati. Spesso, il disordine è causato dall’accumulo di cianfrusaglie, solitamente superflue.

Ogni tanto, prendetevi un attimo di tempo per osservare gli oggetti che vi circondano: funzionano bene?  Li usate spesso? Vi ricordano qualcosa di bello? Se la risposta è no, è il momento di liberarsene; potete barattarli con qualcosa di più utile, venderli oppure riciclarli, facendo però attenzione a non accumulare degli altri oggetti in futuro.

Profumi e colori

I cattivi odori domestici non sono gradevoli né per l’olfatto, né per l’umore. È importante occuparsi dell’immondizia con regolarità, ma anche della pulizia dei bagni e degli scarichi. Quando possibile, è buona abitudine aprire porte e finestre per favorire il ricambio d’aria e impedire che l’umidità ristagni. Nel caso abbiate degli animali domestici, ricordate di igienizzare periodicamente gli spazi che essi preferiscono.

Se avere una casa completamente inodore non fosse abbastanza, e voleste essere accolti da un buon profumo, una pianta fiorita è in grado di spargere una fragranza delicata e piacevole. Le piante da appartamento purificano l’aria e rilasciano ossigeno, rendendo l’aria più pulita e leggera, ma se proprio non avete il pollice verde, potete sempre versare qualche goccia d’olio essenziale nel bruciatore o in mezzo ai cuscini.

Dopo aver soddisfatto il naso, anche l’occhio vuole la sua parte. Secondo la cromoterapia, ogni colore possiede delle proprietà; per esempio il rosso dovrebbe accelerare la pressione sanguigna e migliorare l’umore, mentre il blu combatterebbe lo stress e l’insonnia.  Non ci sono fondamenti scientifici a sostegno di questa teoria, ma dipingere le pareti coi propri colori preferiti e circondarsi di oggetti delle stesse sfumature può portare una nota d’allegria nella propria quotidianità.

Poiché ogni giorno si passano diverse ore illuminati dalle luci dei lampadari, è importante scegliere con cura il tipo di illuminazione per le proprie esigenze. Esistono luci fredde, neutre e calde, in base alla presenza di sfumature blu, bianche o gialle. Spesso si consiglia di preferire le luci calde nelle stanze adibite al relax, in modo da ottenere un’illuminazione soffusa e non abbagliante, e di riservare le luci neutre e fredde al resto della casa.

Categorie
Casa

Organizzare la raccolta rifiuti a casa: consigli utili

La raccolta differenziata è un dovere di tutti noi, soprattutto in un momento storico in cui i cambiamenti climatici stanno minando così pesantemente la salute del nostro pianeta.

Nonostante i nostri buoni propositi di tutela dell’ambiente, spesso riciclare diventa uno stress quotidiano a causa della confusione generale che regna sull’argomento: ma il tetrapak dove va? E i cartoni della pizza?

Niente paura, basta informarsi e seguire alcuni consigli per non perdere tempo e ottenere un riciclo efficace. Ecco le regole d’oro per una raccolta rifiuti perfetta:

Non buttatelo!

Proprio così, la prima regola è: non gettare via i rifiuti. No, non siamo impazziti, ma vogliamo farvi riflettere sul fatto che nulla è un rifiuto fino a quando non finisce nel bidone della spazzatura. Siamo purtroppo poco abituati al riciclo, e spesso non ci rendiamo conto che quello che buttiamo potrebbe invece essere riutilizzato per altri scopi.

I vasetti di marmellata finiti possono diventare contenitori per pasta, sale e zucchero, le bottiglie di birra vuote possono fare da vaso per i vostri fiori o diventare portacandele. Ci sono poi cose che non andrebbero mai gettate, come libri o vestiti, da portare in biblioteca e in negozi second-hand.

Aiutatevi con le app

Al giorno d’oggi esiste un app per qualsiasi cosa, e alcune sono più utili di altre. L’applicazione per smartphone Junker ci aiuta a fare la differenziata senza errori. Scannerizzando il codice a barre dei vari imballaggi ci indica in quale contenitore va gettato il prodotto.

Dato che la raccolta dei rifiuti cambia in base al comune di residenza, Junker permette di impostare la propria posizione per avere le informazioni giuste e sempre aggiornate.

Dividete i rifiuti man mano

Di solito i bidoni dell’immondizia non si trovano in casa ma all’esterno e pochi di noi hanno la voglia di fare avanti indietro ad ogni scarto da gettare. Per questo di solito si conservano i rifiuti in casa (in una scatola o un sacco) per poi buttarli a fine giornata.

Un errore comune è quello di mettere tutti i rifiuti nella stessa scatola e poi trovarsi a dover separare ogni materiale ed impiegarci un eternità. Per evitare questa seccatura, conviene tenere in casa un contenitore per ogni materiale (umido, carta, vetro e plastica) e dividere i rifiuti man mano.

Attenzione a come trattare ogni materiale

In alcuni casi non è sufficiente gettare il rifiuto nel bidone di appartenenza, ma occorre prepararlo al riciclaggio seguendo alcuni accorgimenti.

Le bottiglie di plastica ad esempio, vanno schiacciate sul lato lungo, i contenitori di alimenti vanno svuotati dal materiale organico e sciacquati, i tappi di alluminio vanno separati dai barattoli di vetro e alcuni imballaggi vanno scomposti se formati da materiali diversi.

Consultate il sito web del vostro comune

Per essere sicuri sul riciclo di ogni materiale la cosa migliore è consultare il sito web del vostro comune di appartenenza e il relativo regolamento per la gestione dei rifiuti.

Qui potete trovare le informazioni utili anche per lo smaltimento dei rifiuti speciali come medicinali scaduti, batterie, olio di cottura degli alimenti ed oggetti elettronici.