FacebookOknotizieLinkedInPrintShare

GRADISCA, PRESIDENTE – Tutta la verità della escort più famosa al mondo

Credete di conoscere già tutto, di sapere già come sono andate le cose. Ma non avete ancora ascoltato lei.

Ha fatto il giro del mondo, è uscita sulle maggiori testate del pianeta, dal «Guardian» al «Times», dall’«Irish Times» al «País», e su tutte le televisioni. Ma in Italia, complice il filtro di un’informazione viziata, Patrizia fino a oggi è stata considerata solo la escort di una notte, e una mitomane. In questo libro scoprirete la sua vera storia.

collana:
Anno: 24/11/2009 | Pagine: 242 | € 17,90 | ISBN: 9788874245727

Il libro

Patrizia D’Addario non ha bisogno di presentazioni. Suo malgrado, è in questo momento una delle donne italiane più famose al mondo. Crediamo, o ci hanno fatto credere, di sapere tutto di lei. Il suo mestiere. La sua vita. Il suo passato. La sua moralità. E quella notte con il presidente, di cui tutto il mondo ha parlato e continua a parlare, tra il divertito, lo scandalizzato e lo stupito.
Stavolta, però, ha deciso di parlare lei. Di raccontare la verità dal suo punto di vista. Che è poi l’unico in grado di farci capire davvero come sono andate le cose. Perché è il punto di vista, la voce di una donna su cui è già stato detto di tutto e di più: e che, perciò, non ha nulla da perdere.
Patrizia D’Addario non è una escort. È molto di più. La parabola della sua vita descritta in questo libro autobiografico è una storia esemplare di come il ruolo della donna, il suo corpo e la sua dignità vengano considerati oggi in Italia. La vita di Patrizia è come un film i cui fotogrammi da più di un anno scorrono sugli schermi di tutto il mondo. Una ragazzina del Sud di straordinaria bellezza, che ben presto conosce il dolore e le tragedie familiari. Il suicidio del padre, solo l’ultimo dei drammi che segnano la sua gioventù. Il suo corpo che diventa per lei colpa e riscatto: modella, poi accompagnatrice e infine escort. Fino all’incontro che le cambierà la vita. Il mecenate, il principe azzurro, il sultano: Silvio Berlusconi.

Dalla stessa collana